Support

Phishing

Per phishing s'intende il tentativo fraudolento di appropriarsi di dati sensibili da parte di terzi. Spesso vengono inviate e-mail false contenenti link a siti falsificati che solo in un secondo momento è possibile smascherare come tali. Questi siti invitano a inserire dati sensibili come le informazioni della carta di credito o le credenziali di accesso ad aree protette come VisecaOne. Queste informazioni vengono poi usate in modo illecito, soprattutto per fare acquisti su Internet. Inoltri l'e-mail ricevuta a internetsecurity@viseca.ch.

Firmate la carta subito dopo averla ricevuta. Inserite il codice NIP in modo protetto e non trascrivetelo da nessuna parte. Non comunicate mai i dati della carta di credito a titolo informativo. In caso di furto o smarrimento della carta chiamate immediatamente la centrale di blocco di Viseca aperta 24 su 24. Maggiori informazioni

È il tentativo fraudolento di ottenere illegalmente l'accesso a dati sensibili. Spesso vengono inviate e-mail false contenenti link a siti falsificati che solo in un secondo momento è possibile smascherare come tali. Questi siti vi invitano a inserire dati sensibili come le informazioni della carta di credito o le credenziali di accesso ad aree protette come VisecaOne. Maggiori informazioni

Per principio Viseca non invia nessuna e-mail in cui si chiede di confermare/inserire i dati personali o i dettagli della carta di credito (p.es. per sbloccare una carta di credito o un login bloccati). L'unica eccezione è rappresentata dalle e-mail che Viseca invia ai fini dell'iscrizione personale al programma bonus (www.surprize.ch/registrazione) o al servizio online VisecaOne (accesso tramite www.viseca.ch). In queste e-mail ci rivolgiamo ai clienti con il loro cognome. Viseca non attiva tuttavia nessun link ai siti in questione, ma invita sempre a inserire personalmente gli indirizzi dei due siti direttamente nel browser. I link indicati nella mail sono collegati a pagine https criptate con un certificato di Viseca. Potete riconoscere la crittografia dal protocollo https all'inizio dell'URL, e anche dall'icona del lucchetto nella barra dell'indirizzo del browser. I nostri link indirizzano l'utente ai domini svizzeri con suffisso .ch (p.es. https://www.viseca.ch).

Solitamente siete invitati per e-mail a inserire, confermare o verificare i dati della carta. Spesso queste e-mail o questi siti web ingannano l'utente perché hanno un aspetto molto simile a quello originale. La maggior parte di queste e-mail contiene un link su cui non dovete assolutamente cliccare: queste e-mail sono inviate in modo arbitrario sia ai clienti di Viseca, sia ad altre persone allo scopo di carpire i dati delle carte di credito. Da parte sua, Viseca Card Services SA esclude qualsiasi fuga di dati. Nel cosiddetto «phishing», i siti possono ingannare l'utente perché hanno un aspetto molto simile a quelli originali; spesso si ricevono e-mail che chiedono al destinatario di accedere a un'area protetta con le proprie credenziali. A volte l'indirizzo del sito diverge dall'originale di una sola lettera, il che si nota difficilmente nei link.

Maggiori informazioni

Mettetevi subito in contatto con la nostra centrale di blocco per far bloccare la carta in questione. Se avere fornito anche i dati di accesso a VisecaOne comunicatelo ai nostri collaboratori e bloccate anche il vostro attuale account VisecaOne. Potete ricreare un nuovo account in qualsiasi momento all'indirizzo https://one.viseca.ch. Vi preghiamo di inoltrare le e-mail dubbiose a internetsecurity@viseca.ch.

Vi preghiamo di inoltrarla immediatamente e senza commento all'indirizzo internetsecurity@viseca.ch. Viseca Card Services SA collabora a stretto contatto con le società internazionali di carte di credito Mastercard e Visa, le autorità nazionali e gli esperti di antiphishing per combattere con ogni mezzo a disposizione il dilagare del phishing. Inoltrandoci le e-mail ricevute contribuite alla rimozione di questi siti malevoli da Internet.

  • Installate un software di riconoscimento del phishing, state comunque all'erta e seguite le regole indicate sopra.

  • Oltre a filtri antispam, software antivirus e firewall, è sempre opportuno far ricorso anche al proprio buonsenso.

  • Spostate le e-mail di phishing nella cartella spam dopo averle inoltrate a internetsecurity@viseca.ch.

    Osservate anche le altre nostre informazioni su questo argomento.

  • Argomenti correlati