Primo semestre 2017 positivo per il Gruppo Aduno

 Zurigo, 28 luglio 2017

Il Gruppo Aduno, specialista svizzero per i pagamenti senza contanti, continua a crescere nel primo semestre del 2017. La rinnovata fiducia dei consumatori e la crescente popolarità dei pagamenti con carta hanno messo le ali al mercato delle carte bancarie. Il passaggio al digitale è stato realizzato grazie alla disponibilità di servizi digitali sicuri e attenti alle esigenze dei clienti. I nuovi modelli di prezzo e le convenienti offerte di leasing sostengono l’andamento positivo del settore Consumer Finance.

Nel primo semestre dell’anno, il Gruppo Aduno ha conseguito un fatturato di CHF 263.9 mio. Il risultato operativo è stato di CHF 47.0 mio., con un utile netto di CHF 42.3 mio. A prima vista, i dati sembrano inferiori ai valori corrispondenti del 2016. Bisogna tuttavia tenere conto dell’effetto di un consistente pagamento unico che il Gruppo Aduno ha ricevuto nel 2016 nell’ambito dell’acquisizione di Visa Europe Ltd. da parte di Visa Inc. Se si esclude questa operazione straordinaria, tutti i dati finanziari di riferimento del 2017 si collocano al di sopra di quelli del 2016. Martin Huldi, CEO del Gruppo Aduno: «Nel primo semestre del 2017 il Gruppo Aduno ha messo a segno una crescita solida in tutti i settori. Le carte in circolazione sono salite a 1,46 milioni di unità. Ciò ci ha permesso di espandere ulteriormente la nostra quota di mercato in Svizzera. Per quanto concerne l’attività di Consumer Finance, il segmento del credito privato ha mantenuto l’andamento positivo degli ultimi anni. Un’inversione di tendenza particolarmente favorevole si è registrata nelle operazioni di leasing. Dopo alcuni anni di contrazione, siamo riusciti a riguadagnare molto terreno grazie alle nostre nuove offerte».
 

Risultato operativo in netto aumento

Sia il segmento delle carte di credito (settore Payment) che quello del credito privato e del leasing (settore Consumer Finance) hanno evidenziato valori migliori rispetto al medesimo periodo dell’esercizio precedente. Il volume e l’entità delle transazioni di Payment sono stati sensibilmente migliori rispetto al 2016, a conferma della rinnovata fiducia dei consumatori e della crescente popolarità della carta come mezzo di pagamento quotidiano. Nonostante le condizioni di mercato tuttora difficili, il settore Consumer Finance ha registrato una crescita soddisfacente dei nuovi affari. Il primo semestre del 2017 si è concluso per il Gruppo Aduno con un risultato operativo di CHF 47.0 mio. Il calo rispetto al dato dell’esercizio precedente di CHF 89.6 mio. è riconducibile all’operazione straordinaria succitata. Il risultato operativo rettificato risulta infatti maggiore del 30,9% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. Anche il margine operativo del 17,8% ha sorpassato di una buona misura quello del 2016 (14,8%). Al termine del primo semestre dell’anno risultavano impiegati presso il Gruppo Aduno 823 collaboratori (equivalenti a tempo pieno).
 

Il settore Payment continua a crescere

Il settore Payment, che comprende gli ambiti operativi integrati di emissione delle carte (Issuing; Viseca Card Services SA) e di accettazione ed elaborazione delle stesse (Acquiring; Aduno SA) come pure le fideiussioni per cauzioni d’affitto (AdunoKaution SA e SmartCaution SA), ha incrementato il proprio fatturato del 6,9% nel primo semestre, raggiungendo quota CHF 8.5 mia.

Nella sola attività di Issuing, Viseca ha gestito un volume di transazioni pari a CHF 4.3 mia., con un aumento del 7,7% rispetto al primo semestre 2016. La crescita è stata maggiore in Svizzera con l’8,9%, mentre all’estero i volumi sono aumentati del 6,4%. La forte espansione del volume delle transazioni in Svizzera riflette il crescente impiego delle carte di credito. La carta di credito è usata sempre di più anche negli acquisti online. Le vendite di nuove carte di credito si sono mantenute sugli elevati livelli dell’esercizio precedente, soprattutto grazie alla buona collaborazione con le banche partner nella distribuzione e al successo delle iniziative di marketing. Anche sul fronte dell’Acquiring, Aduno SA ha ottenuto un risultato semestrale soddisfacente con un aumento del volume del 6,0% per un totale di CHF 4.2 mia.
 

Offerte digitali di successo

Nel periodo in rassegna è proseguito il progetto di trasformazione digitale del settore Payment. In particolare, VisecaOne si è dimostrata un successo su tutti i fronti: oltre la metà dei clienti Viseca ha già effettuato la regi-strazione a VisecaOne e l’app ha superato i 580’000 download. Lanciata nel 2015, VisecaOne è una delle app finanziarie più scaricate e utilizzate in Svizzera. Gli utenti dispongono ora di una procedura di autenticazione a due fattori semplice e sicura per i pagamenti online con 3-D Secure. In qualsiasi momento possono verificare sull’app le spese effettuate e l’importo disponibile oppure richiedere la notifica push sullo smartphone per ogni transazione con la carta. L’app VisecaOne, che garantisce i più elevati standard di sicurezza, e altri investimenti in misure di prevenzione hanno consentito di ridurre in maniera duratura i costi del rischio. Nel corso del semestre il programma bonus surprize, molto apprezzato dai titolari di carte e dai commercianti, è stato collegato a VisecaOne. I clienti possono ora consultare l’app per conoscere le nuove offerte disponibili nello shop premi surprize. Di pari passo, la rete surprize si è arricchita di nuovi partner dei settori retail, alberghiero e beni di consumo che hanno contribuito a estendere la gamma di interessanti premi disponibili per i titolari di carte.

Clienti e banche partner hanno accolto con grande soddisfazione anche la soluzione di Personal Finance Ma-nagement (PFM) sviluppata dal Gruppo Aduno in collaborazione con la start-up svizzera Contovista SA, spe-cializzata nelle tecnologie per sistemi finanziari. Attivando questo assistente finanziario, il cliente può richiamare dalla pagina di e-banking della propria banca un elenco delle transazioni effettuate con le carte di credito, che sono visualizzate anche sotto forma di grafici per una verifica rapida delle proprie uscite. Nel 2017 è aumentato il numero di banche partner che ha deciso di adottare questa soluzione del Gruppo Aduno.

Consumer Finance in crescita

Il settore Consumer Finance ha registrato un aumento del 10,7% nella nuova produzione grazie all’attività di credito privato e leasing di cashgate SA, raggiungendo così quota CHF 461.1 mio. Forte di questa crescita, Consumer Finance ha saputo difendere la propria quota di mercato da una concorrenza agguerrita. I nuovi volumi nel segmento del credito privato sono cresciuti del 7,0%, mentre il portafoglio esistente è aumentato del 5,2%. Un contributo a questo sviluppo positivo è stato fornito soprattutto dal tasso d’interesse vantaggioso del 4,9% per i clienti con un’abitazione di proprietà, introdotto nell’esercizio precedente. L’aumento del volume ha consentito a cashgate di compensare in parte i margini ridotti a causa del tasso d’interesse massimo introdotto nel 2016. Nel primo semestre del 2017 il segmento del leasing ha registrato un aumento sostanziale delle nuove attività del 15,5%. Il portafoglio esistente a fine giugno 2017 risultava lievemente inferiore a quello dell’anno precedente. Il fatturato è cresciuto anche grazie alla nuova offerta per il finanziamento di veicoli in pronta consegna. I rivenditori hanno così l’opportunità di finanziare con cashgate lo stock di veicoli presenti presso la concessionaria. L’offerta è stata gradita dai clienti esistenti e potenziali e ha consentito di acquisire nuove concessionarie.
 

Prospettive per il secondo semestre 2017

Il Gruppo Aduno guarda fiducioso al secondo semestre del 2017. In presenza di un contesto economico stabile, gli affari dovrebbero procedere favorevolmente. Non si intravvedono incrinature nella fiducia dei consumatori, i tassi dovrebbero rimanere bassi e i corsi di cambio stabili. Si può altresì presumere che il sistema di pagamento senza contanti continuerà a diffondersi. Un effetto negativo sul bilancio sarà dato dall’abbassamento dell’interchange fee nazionale dall’odierno 0,7% allo 0,44% dal 1°agosto 2017. Il calo delle commissioni causerà necessariamente un’erosione dei margini che il Gruppo Aduno intende compensare principalmente migliorando l’efficienza.

La versione integrale del rapporto semestrale è disponibile online alla pagina reports.aduno-gruppe.ch